Di genere gentile

Cosa vuol dire essere donna oggi? La mercificazione del corpo, condannato all’artificio di un’eterna giovinezza, i conflitti del rapporto madre-figlia, i modelli di successo suggeriti
dal mondo dello spettacolo e dai media delineano un quadro poco incoraggiante.
È davvero così, e dunque è tempo di un nuovo femminismo, o si tratta di una visione catastrofica, che non vuole riconoscere gli spazi conquistati alla libertà femminile?
Scrittrici, giornaliste e attrici ne parlano - a loro modo - alla biblioteca Delfini.

Mercoledì 6 luglio, ore 18.30

Lezioni di giardinaggio planetario

di e con Lorenza Zambon

Per essere giardinieri non occorre avere un giardino. Meditazioni e consigli di un’attrice-giardiniera

Venerdì 8 luglio, ore 18.00

Viola Di Grado presenta

Settanta acrilico trenta lana (E/O 2011)

Ossessioni, espiazioni e contraddizioni di una mamma e una figlia in un mondo inceppato

Conduce Elisa Vignali

Lunedì 11 luglio, ore 18.30

Marida Lombardo Pijola presenta

Facciamolo a skuola (Bompiani 2011)

E se tua figlia fosse una piccola escort?

Un’inchiesta shock tra le adolescenti

Conduce Giulia Bondi

Mercoledì 13 luglio, ore 21.00

Caro direttore le scrivo

Lettere a «Noi donne» con Le allegre comari

In una lettura a tre voci, l’orgoglio e le difficoltà di essere donna negli anni ‘50 e ‘60

Giovedì 14 luglio, ore 18.30

Francesca Melandri presenta

Eva dorme (Mondadori 2010)

Madre e figlia in una terra orfana di patria, l’Alto Adige. Una pagina di storia misconosciuta e rimossa

Conduce Elisa Vignali

/appuntamenti/di-genere-gentile/
note

per informazioni:

Biblioteca Delfini

 tel. 059 2032940

Corso Canalgrande 103

www.comune.modena.it/biblioteche

 

bibliografia

Le allegre comari (Irene Guadagnini, Elena Manfredi, Elena Montorsi), attrici di teatro, cinema e televisione, propongono individualmente e in gruppo spettacoli, laboratori e letture.
Giulia Bondi, giornalista, scrittrice e videomaker, ha realizzato reportage in ex Jugoslavia, Kosovo, Etiopia e Algeria. Ha lavorato per Rai, «L’Espresso», «Peacereporter.net», «Il Mucchio». Nel 2006 ha vinto il Premio Ilaria Alpi.
Viola Di Grado, a soli 23 anni, è la vincitrice del premio Campiello Opera Prima, nonché candidata allo Strega 2011 con il romanzo d’esordio Settanta acrilico trenta lana. Vive e studia a Londra.
Marida Lombardo Pijola è inviato speciale per il «Messaggero». Autrice del libro shock Ho dodici anni, faccio la cubista, mi chiamo Principessa (Bompiani 2007), ha scritto nel 2009, sempre per Bompiani, il romanzo L’età indecente.
Francesca Melandri ha firmato come sceneggiatrice Zoo di Cristina Comencini e Fantaghirò di Lamberto Bava. Il suo romanzo d’esordio Eva dorme (Mondadori 2010) è stato tradotto in tedesco e olandese. Nel 2012 uscirà in Francia per Gallimard.
Elisa Vignali è dottore di ricerca in Italianistica all’Università di Bologna. Oltre a contributi in riviste specializzate, ha pubblicato Silvio D’Arzo scrittore fra la provincia e il mondo (Archetipolibri 2010). Dal 2006 presenta incontri con gli autori.
Lorenza Zambon dal 2000 pratica una forma sperimentale di teatro, fatto di ibridazioni con il mondo naturale. Nel 2001 ha ideato il festival Naturalmente arte. Condivide l’esperienza teatrale della Casa degli Alfieri.