Il giro d'Europa in 80 giorni

Celebrate  capitali della   cultura  accanto  a  località minuscole  o   sconosciute  ai   più.    Il   Ratto,   grande progetto scenico e culturale di Emilia Romagna Teatro Fondazione per  la  regia  di  Claudio Longhi, invita   a scoprire l'Europa delle  differenze, con  partenza dalla Biblioteca Delfini  e  l'ausilio  di   guide   d'eccezione.
 

flyer giro webPagina2

Attori, registi, intellettuali, artisti che  - sul filo di suggestioni autobiografiche o sulle orme di autori che li hanno preceduti -, descrivono ciascuno una  città europea da  un  punto di  vista  originale, intrecciando ricordi personali a  pagine  della   grande letteratura. Sarà un  racconto a più voci,  in  grado di cogliere dei luoghi visitati  anche quel che non si vede a prima vista: il racconto che  ogni  viaggiatore vorrebbe ascoltare.

Il calendario degli appuntamenti è in allegato.

  ModenaEuropa
/appuntamenti/il-giro-d-europa-in-80-giorni/
allegati
note

TUTTI  GLI     INCONTRI     SONO    AD    INGRESSO   LIBERO E   SI   SVOLGERANNO   ALLE    ORE    17.30   PRESSO LA BIBLIOTECA  CIVICA ANTONIO DELFINI (CORSO   CANALGRANDE 103,   MODENA   -  TEL 059  2032940)

 

Per informazioni


www.campodellacultura.it
www.comune.modena.it/biblioteche
www.ilrattodeuropa.it

 

bibliografia

 

ELIO DE CAPITANI È direttore artistico del Teatro  dell'Elfo, insieme a Ferdirido     - Bruni. Ha firmato  più di trenta  regie, soprattutto di drammaturghi contemporanei, e ricevuto numerosi  riconoscimenti, tra cui più volte il  Premio  Ubu.

 

C.ÉSAR BRIE  Attore, regista e drammaturgo argentino, nel 1991 fonda in Bolivia il Teatro  de Los Andes, che deve lasciare nel 20l O per le gravi minacce  ricevute. Nel 2012 ha messo in scena Karamazov da Dostoevskij.

 

DAVIDE BENATI Docente  di anatomia e pittura nelle Accademie di Brera  e di Bologna,  esordisce con una mostra  personale nel 1972, dando  avvio ad una lunga serie di esposizioni di livello internazionale. Attualmente lavora per la Marlborough Gallery  di Monaco.

 

SIMONA MARCHINI Attrice di teatro e cinema, conduttrice televisiva e radiofonica, autrice  e regista di teatro, esperta  di lirica e di arte contemporanea. Nel 1985 apre a Roma la galleria "La nuova Pesa", spazio espositivo e centro culturale  per giovani artisti.

 

STEFANO  FELTRI    Giornalista,   è   responsabile    per   l'economia   del   "Fatto Quotidiano". Collabora con  La 7 e tiene  una  rubrica  su  "Linus". Nel  2011  ha <:/ pubblicato Il giorno in cui l)Euro morì.        ....

 

 

:1

 

LUCIANO  CANFORA Filologo    classico,    insegna   Filologia   greca    e   latin all'Università di Bari.  Tradotto in molti paesi, i suoi interessi  di ricerca  spazianp 1 dalla  filologia  alla  toria politica  dall'età antica  fino ai giorni  nostri.  Nel 2012(,1. dato  alle stampe "E l'Europa che ce lo chiede!". Falso!, Gramsci in carcere e ilfascisrt; .e

e Spie, URSS, antifascismo. Gramsci 1926-1937.

 

FRATELLI  MANCUSO  Cantanti,  compositori e polistrumentisti siciliani,  a  metà degli anni  '70 Enzo e Lorenzo emigrano a Londra dove, accanto al lavoro metalmeccanico, iniziano  a ricomporre i frammenti del patrimonio musicale della loro terra.  Conosciuti a livello internazionale, si dedicano anche  alla didattica musicale.

 

SERENA VITALE Allieva di  A. M.  Ripellino,   ha  vissuto  a  Mosca  e a  Praga  e insegnato in diversi atenei italiani. Professore ordinario di Lingua e letteratura russa (Università Cattolica di Milano), consulente  editoriale,  traduttore, critico letterario, ha pubblicato tra l'altro  Il bottone di Pufkin (1995), e A Mosca, a Mosca! (20 l 0).

 

THEODOROS TERZOPOULOS Protagonista della  scena  teatrale  contemporanea, nel 1985 fonda  ad Atene la Compagnia Attis. Il suo lavoro registico spazia dai testi greci antichi  ad autori  noventeschi  e contemporanei.

 

PIERGIORGIO  GIACCHÈ Insegna  Antropologia del  teatro   e  dello  SJ?ettacolo e  Fondamenti  di  antropologia  all'Università  di  Perugia. Collaboratore de  la rivista  "Lo  straniero" e di  numerose altre  riviste  nazionali e internazionali, ha collaborato con Eugenio Barba e curato gli scritti di Aldo Capitini. Ha pubblicato, fra  l'altro, Lo spettatore partecipante  (1991),  L'altra visione dell'altro (2004),  Carmelo Bene. Antropologia di una macchina attoriale (1997, 2007).