Proporre / Istituzioni e associazioni culturali
Istituto Storico di Modena

l'Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea della provincia di Modena è sorto il 18 novembre 1950 per iniziativa di esponenti della Resistenza modenese.
Esso non ha finalità di lucro e si propone lo sviluppo del patrimonio documentale, della ricerca, dell'attività didattica, dell’iniziativa culturale e della riflessione pubblica rivolta alla società modenese sui temi riguardanti la storia e la memoria del Novecento, con particolare riferimento alle vicende dell’Antifascismo e della lotta di Liberazione, il cui patrimonio etico-civile rappresenta il valore fondante della sua identità.

Per il raggiungimento degli scopi statutari l'Istituto si propone:
a) la promozione di studi, manifestazioni, convegni, iniziative scientifiche e divulgative, esposizioni e pubblicazioni anche periodiche, con specifica attenzione alla sperimentazione di metodologie di ricerca e comunicazione innovative;
b) la ricerca, la raccolta, l'acquisizione, la classificazione di materiale documentario ed audiovisivo attinente alle finalità dell'Istituto;
c) la predisposizione e l'attuazione di ricerche e progetti per l’innovazione della didattica della storia contemporanea rivolti alla scuola e in particolare ai docenti;
d) l’elaborazione ed erogazione di percorsi formativi concernenti la storia del Novecento rivolti ad un pubblico extra-scolastico;
e) la partecipazione ad iniziative assunte anche da altri enti ed istituti culturali, facoltà universitarie e da privati quando ne sia accertata la rispondenza agli scopi statutari dell'Istituto;
f) la progettazione, promozione e gestione di luoghi di memoria, musei e spazi culturali in collaborazione con Enti ed Istituzioni del territorio;
g) la collaborazione alla progettazione, al coordinamento e alla realizzazione di programmi culturali delle Amministrazioni Pubbliche nell’ambito delle diverse ricorrenze e celebrazioni di pertinenza storica. Per la realizzazione di detti scopi l'Istituto si prefigge di operare il più possibile in collaborazione con Enti locali, associazioni e istituzioni culturali, facendo anche ricorso ad apposite convenzioni.
L’assemblea annuale dei soci elegge un Consiglio Direttivo formato da un massimo di 23 membri, dei quali 3 sono attribuiti di diritto, in misura uguale, alle tre associazioni partigiane (Anpi, Alpi e Fiap) associate all’Istituto, da 2 a 4 sono indicati da altrettanti enti locali della provincia di Modena, mentre due membri al massimo sono indicati da soci collettivi dell’Istituto. Il Consiglio direttivo elegge un Comitato esecutivo composto da 5 a 7 membri, compresi il presidente e il vice-presidente.
L’Istituto vive grazie alle convenzioni stipulate con 37 Comuni modenesi (Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Carpi, Castelfranco, Castelnuovo, Castelvetro, Cavezzo, Concordia, Fanano, Finale Emilia, Fiorano, Formigine, Lama Mocogno, Maranello, Marano, Medolla, Mirandola, Modena, Montefiorino, Montese, Nonantola, Novi, Pavullo nel Frignano, Prignano, Ravarino, San Cesario, San Felice, San Possidonio, San Prospero, Sassuolo, Savignano, Sestola, Soliera, Spilamberto, Vignola, Zocca) e con l’Amministrazione provinciale di Modena, che riconoscono i servizi pubblici offerti dall'Istituto alla cittadinanza e la sua attività didattica e culturale. Esso ha tra i suoi soci collettivi le tre associazioni partigiane, la Camera confederale del lavoro e la Lega provinciale delle cooperative di Modena.
L’Istituto ha un solido rapporto di collaborazione con la Facoltà di lettere e filosofia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e con il Dipartimento di discipline storiche dell’Università degli studi di Bologna, ed ha attivato convenzioni per lo svolgimento di attività di tirocinio con queste realtà e con la Facoltà di scienze della formazione dell’Università di Bologna.
Ha infine relazioni consolidate con alcune associazioni culturali modenesi – in particolare con il Fotomuseo G. Panini, il Centro F. L. Ferrari e il Centro documentazione donna (questi ultimi due partner del progetto Archivi@) – nonché con altre numerose realtà culturali locali.

Logo Istituto colori2
dettagli
  • Indirizzo:

    Istituto Storico di Modena

    via Ciro Menotti, 137 - Modena
    tel. 059 219442 / 059 242377
    e-mail: istituto@istitutostorico.com

    www.istitutostorico.com